Pietro SUn sogno grandissimo
Mi chiamo Antonio e la scuola che frequento si trova di fronte a casa mia, qui a Scampia.
Ogni mattina attraverso la strada e subito arrivo in classe. E’ come andare al parco, quasi la stessa distanza.
Però mi diverto di più al parco perché posso giocare sull’erba insieme ai miei amici. Il gioco che faccio sempre è il calcio. Sono abbastanza bravo e spero di diventare un calciatore. E’ il mio sogno grandissimo.
Il giorno che tutta la mia famiglia verrà allo stadio a vedermi giocare, con la maglietta della nazionale italiana, io sarò il più felice del mondo.
Anche se non riuscirò a giocare nella nazionale, sarò felice lo stesso perché l’importante è fare goal e correre con i compagni nello stadio mentre tutti fanno il tifo.
Penso che il calcio è una delle cose più belle che sono state inventate su questa terra. Mentre corro per tirare il pallone non ho paura di nessuno, mi sento invincibile. Quando la mia squadra perde mi dispiace, ma poi sorrido sempre perché lo so che ogni tanto bisogna perdere, non fa niente.
Antonio P. – 9 anni

Annunci